Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_pretoria

Cooperazione politica

 

Cooperazione politica

Struttura istituzionale e dati di base

Superficie
1.221.038 Kmq
Capitale
Pretoria (amministrativa); Cape Town (legislativa); Bloemfontein (giudiziaria)
Altre principali città
Johannesburg; Durban
Forma di Stato
Repubblica Federale (Governo nazionale e 9 governi provinciali)
Forma di Governo
Repubblica Presidenziale: il Presidente, eletto dal Parlamento, è Capo di Stato e di Governo e da lui dipendono i Ministri. Il Parlamento può sfiduciarli mediante la mozione di “no confidence.”
Capo dello Stato e del Governo
Jacob Gedleyihlekisa ZUMA (primo mandato: 9/05/2009-23/05/2014, in carica per il secondo mandato dal 24/05/2014)
Ministro degli Esteri
Signora Maite NKOANA-MASHABANE
Sistema legislativo
Bicamerale, il Parlamento è costituito dalla National Assembly e dal National Council of Provinces
Sistema legale
Basato sul Roman-Dutch Law e sulla Common Law; ha accettato con riserva la giurisdizione obbligatoria della CIG.
Suffragio
Universale dal compimento del 18° anno di età.
Partecipazione a Organizzazioni Internazionali
ACP, AfDB, AU, BIS, CCC, ECA, FAO, G-24, G-77, IAEA, IBRD, ICAO, ICC, ICFTU, ICRM, IDA, IFAD, IFC, IFRCS, IHO, ILO, IMF, IMO, Interpol, IOC, IOM, ISO, ITU, MONUC, NAM, NSG, OPCW, PCA, SACU, SADC, UN, UNCTAD, UNESCO, UNHCR, UNIDO, UNITAR, UNMEE, UPU, WCL, WFTU, WHO, WIPO, WMO, WTO, ZC

Popolazione ed indicatori sociali

Popolazione
56.520.000 (stime 2017)
Tasso di crescita
0.550%
Aspettativa di vita alla nascita
Uomini 50 anni, Donne 48 anni
Gruppi etnici
Neri 79,2%, bianchi 8,9%, coloured 8,9 %, Indiani 2,5%
Religioni
Cristiani 68%, Musulmani 2%, Hindu 1,5%, credi indigeni animisti 28,5%
Lingue
11 lingue ufficiali: Afrikaans, Inglese, Ndebele, Pedi, Sotho, Swazi, Tsonga, Tswana, Venda, Xhosa, Zulu.
Partiti politici principali
African National Congress - ANC (Jacob ZUMA); Democratic Alliance - DA (Mmusi MAIMANE); Economic Freedom Fighters - EFF (Julius Malema); Inkatha Freedom Party - IFP (Mangosuthu BUTHELEZI); National Freedom Party - NFP United Democratic Movement - UDM; Congress of the People – COPE.
Gruppi politici di pressione
Congress of South African Trade Unions – COSATU; South African Communist Party – SACP (COSATU e SACP sono formalmente alleate dell’ANC); South African National Civics Organization – SANCO

Cooperazione politica bilaterale

L’Italia dimostra una rinnovata consapevolezza dell’importanza di approfondire le relazioni con i Paesi della regione, ed in particolare con il Sud Africa, che dell’area e’ certo il più rilevante attore, in quanto dispone dell’economia più avanzata ed offre ai partner internazionali vantaggi non riscontrabili nel panorama non solo regionale, ma dell’intero continente africano.

I più recenti sviluppi sono incoraggianti (ad esempio, tra il 2010 ed il 2013 il nostro export in Sud Africa e’ aumentato del 41,5%) e i fattori per un vero salto di qualità non mancano, a cominciare dalla dinamica, agiata e rispettata comunità italiana in Sud Africa (oltre 32mila passaporti), ammirata e ben integrata nella società locale.

La nostra presenza nel Paese ha contribuito a rinsaldare i già forti sentimenti di amicizia e solidarietà che ci legano alla Nazione arcobaleno. Siamo sempre stati vicini alla popolazione sudafricana di colore negli anni dell’apartheid. Oliver Tambo, padre fondatore del nuovo Sud Africa, ha trascorso parte del suo esilio in Italia, dove ha operato per sostenere la lotta di liberazione del suo Paese. A testimonianza di questo legame, nel 2013 il Presidente Zuma ha conferito una delle più alte onorificenze del Paese, l’Ordine degli Amici di Oliver Reginald Tambo, a due cittadini di Reggio Emilia, per il sostegno alla lotta contro l’apartheid.

La nostra cultura, la produzione industriale italiana, il design, la cucina, il life-style godono in Sud Africa di grande prestigio, come dimostra, tra l’altro, l’aumento vertiginoso dei visti per turismo (più che triplicati negli ultimi anni, nonostante l’assenza di un volo diretto dopo il ritiro di Alitalia). I sistemi economici italiano e sudafricano sono peraltro per molti aspetti complementari. Entrambi sono caratterizzati da una forte incidenza dell’industria manifatturiera, da specializzazione in processi e prodotti a media tecnologia e da una presenza molto consistente di piccole e medie imprese.

L’Ambasciata d’Italia a Pretoria, in stretta collaborazione con la nostra rete consolare in Sud Africa (che conta un Consolato Generale a Johannesburg e un Consolato a Cape Town) e insieme agli altri attori del “Sistema Italia” (Istituto Italiano di Cultura, Ufficio dell’Agenzia ITA/ICE, Camera di Commercio italo-sudafricana, associazioni della comunità italiana) e’ impegnata in una forte azione di rafforzamento dei legami bilaterali a tutto campo.


12