Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_pretoria

Elezioni politiche 2008

Data:

10/02/2008


Elezioni politiche 2008



Cari connazionali,

a seguito dello scioglimento anticipato delle Camere, la Presidenza della Repubblica ha indetto le elezioni per il rinnovo del Parlamento per le date del 13 e 14 aprile 2008.
Come noto, i cittadini italiani residenti all’estero iscritti nelle liste elettorali possono votare per l’elezione dei senatori e dei deputati da eleggere nella circoscrizione Estero.
La legge consente tuttavia che l’elettore residente all’estero possa esercitare l’opzione per votare in Italia (L. 459/2001, art. 1, comma 3) per i candidati che si presentano nelle circoscrizioni elettorali del territorio italiano.
A tal fine, gli elettori residenti nella circoscrizione consolare di Pretoria, i residenti nelle Isole Mauritius e i residenti in Lesotho dovranno comunicare per iscritto a questa Ambasciata, entro e non oltre il 16 febbraio 2008, la loro intenzione di recarsi a votare in Italia.
La comunicazione dell’opzione, redatta sull’apposito modello, potrà essere consegnata a mano all’Ufficio Consolare presso l’Ambasciata d’Italia oppure inviata al medesimo Ufficio per posta o via fax (+27-12-4305547.
La richiesta di opzione, per essere valida, dovrà pervenire all’Ambasciata entro il 16 febbraio 2008 ed essere completata in ogni parte prevista dal modello dell’opzione (modello in word) (modello in PDF).
L’opzione è valida soltanto per la votazione per la quale è effettuata e può essere revocata dall’interessato con le stesse modalità ed entro i termini previsti per il suo esercizio (ossia sempre per iscritto, entro il 16 febbraio 2008). Si ricorda infine che non sono previste agevolazioni di viaggio per gli elettori che optano per l’esercizio del voto in Italia, eccetto le riduzioni tariffarie applicate nel territorio nazionale (L. 459/2001, art. 20, comma 1).
I connazionali residenti in Madagascar potranno, come nelle precedenti elezioni, esercitare il diritto di voto recandosi in Italia, con le modalità e le agevolazioni previste dalla legge, che saranno oggetto di un apposito comunicato.

136